NEWSLETTER n. 3/2016 del 1 agosto 2016

a cura di:

Gruppo di lavoro “Revisione Legale e Collegio Sindacale”

 

News!

Il Gruppo di lavoro “Revisione e Collegio Sindacale” della Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Reggio Emilia ha predisposto questa Newsletter trimestrale (aggiornata al 29 luglio 2016) al fine di orientare tutti i colleghi sulle novità interpretative e normative che riguardano la Revisione Legale e il Collegio Sindacale.

La Newsletter è redatta dall’intero Gruppo di lavoro, composto da Azio Barani, Cristiana Biserni, Giorgia Butturi, Luca Braghiroli, Giuliano Canovi, Valeria Fazi, Andrea Fornaciari, Enrica Inoretti, Gabriella La Costa, Laura Nasi, Sabrina Vacondio, Veronica Villirillo, Marina Carrone.

Comitato di redazione: Corrado Baldini, Valeria Fazi, Giorgia Butturi.

La Newsletter è organizzata nelle due aree tematiche “Revisione Legale e Collegio Sindacale” con un Focus sui principiali documenti del periodo e su argomenti correlati. È infine fornito un link ai documenti richiamati.

Corrado Baldini

(Delegato del Gruppo di lavoro “Revisione e Collegio Sindacale” della Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Reggio Emilia)

 

              

REVISIONE LEGALE

 

La contabilizzazione dei costi derivanti dalle operazioni di ristrutturazione del debito

La revisione dei principi contabili che si applicheranno ai Bilanci d’esercizio con inizio 01.01.2016 fornisce l’occasione per riflettere su alcune tematiche precedentemente considerate dalla prassi contabile nazionale, non esaminate dall’attuale progetto di revisione (come quella considerata dal presente contributo), e potenzialmente rivedibili alla luce delle evoluzioni normative ed operative.

Il presente documento fornisce, alcune considerazioni in merito alle attuali disposizioni inerenti la contabilizzazione dei costi di ristrutturazione del debito, tematica trattata dall’OIC 6 (2011).

Il documento è disponibile sul sito della Fondazione Nazionale al seguente link http://www.fondazionenazionalecommercialisti.it/node/1055

Focus su sindaco-revisore e Isa Italia

ll ruolo del collegio sindacale incaricato della revisione legale è il tema su cui si soffermano le “Linee Guida per il Sindaco-Revisore alla luce degli ISA Italia”, un documento del Consiglio Nazionale che fornisce alcune indicazioni di carattere operativo per i professionisti che devono accettare o svolgere l’incarico di componente dell’organo di controllo della società, al quale previsioni di statuto e disposizioni normative consentono di effettuare anche la revisione legale ai sensi del D.lgs. n. 39/2010 recentemente modificato dal d.lgs. n. 135/2016.

Le Linee guida, elaborate dal gruppo di lavoro multidisciplinare “Sistemi di controllo, Collegio sindacale e Principi di revisione”, tentano in primo luogo di coordinare le fonti normative, le prassi operative, le norme deontologiche della professione – specificatamente destinate a regolamentare l’attività dell’organo di controllo della società – con quelle dedicate allo svolgimento della revisione legale. In secondo luogo, esse descrivono costantemente l’attività, l’organizzazione ed il funzionamento del collegio sindacale in considerazione dei principi di revisione internazionali (ISA Italia).

Il documento è scaricabile al sito http://www.commercialisti.it/Portal/News/NewsDetail.aspx?id=53ba137b-38f0-446f-bc61-cf26af897ae6

 

Modifiche al D.Lgs. n. 39/2010 conseguente all’approvazione del D.Lgs. 135 del 17 luglio 2016 (pubblicato nella G.U. n. 169 del 21 luglio 2016)

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il D.Lgs. n. 135 del 17 luglio 2016 pubblicato nella G.U. n. 169 del 21 luglio 2016 di attuazione della direttiva 2014/56/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 aprile 2014, che modifica la direttiva 2006/43/CE relativa alla revisione legale dei conti annuali e dei conti consolidati. Tra gli altri, si segnala che sono stati confermati i punti chiave emersi da un lungo confronto iniziato nel 2013 tra Ministeri prima e Parlamentari poi, che prevedono il venir meno dell’automatismo tra superamento dell’esame di Stato da Dottore Commercialista e l’iscrizione al Registro dei Revisori Legali. Inoltre il decreto prevede un regime di sanzioni più pregnanti a tutela dell’indipendenza e della “serietà” del controllo da parte dei Revisori.

Il testo del D.Lgs. è scaricabile al sito http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.legislativo:2016;135

 

Assirevi – documento di ricerca n. 198 “La relazione di revisione sul bilancio: linee guida per casi particolari”

Superando il documento di ricerca Assirevi n. 157 “La relazione di revisione sul bilancio”, Assirevi propone un utile strumento volto a supportare casistiche non previste dalle linee guida ai principi ISA Italia fornendo modelli di relazione relativi a specifici incarichi di revisione.

Il Documento di ricerca è consultabile al seguente link http://www.assirevi.it/documenti/Documento%20di%20ricerca%20n.%20kfddfkojffdjlk198.pdf

 

Assirevi – documento di ricerca n. 199 “Conferma annuale dell’indipendenza al comitato per i controllo interno e la revisione contabile”

Il documento di ricerca n.199 fornisce le linee guide di comportamento del revisore ai fini della conferma della propria indipendenza rispetto al Comitato per il controllo interno e la revisione contabile.

Il documento di ricerca è consultabile al seguente link http://www.assirevi.it/documenti/Documentojhhghghg%20di%20Ricerca%20n.%20199.pdf

 

              

COLLEGIO SINDACALE

 

La denuncia dei soci al collegio sindacale nella s.p.a., ai sensi dell’art. 2408 c.c.

Il procedimento di “denunzia al collegio sindacale”, sollecitato dalle minoranze azionarie nelle s.p.a., in base alla disciplina prevista dall’art. 2408 c.c., si connota come una peculiare esplicazione dell’attività di vigilanza esercitata dai sindaci nel sistema interno dei controlli, allo scopo di preservare il corretto funzionamento della società e della gestione dell’impresa. In questo documento, in particolare, si evidenziano gli elementi essenziali che qualificano l’istituto giuridico in argomento come strumento “reattivo”, finalizzato all’accertamento e alla correzione dei “fatti censurabili”, riscontrati nei procedimenti decisionali e nelle prassi operative adottate dalla società, a presidio del pieno rispetto delle regole vigenti e a tutela degli interessi protetti; si analizzano altresì gli aspetti procedurali e sostanziali della denuncia, per tracciare il perimetro di operatività della normativa di riferimento; da ultimo, si rilevano i principali profili di responsabilità gravanti sui sindaci nelle ipotesi di inottemperanza agli obblighi previsti dalla norma.

Il documento è disponibile sul sito della Fondazione Nazionale al seguente link http://www.fondazionenazionalecommercialisti.it/node/995

 

 

DOCUMENTI PREDISPOSTI DAL GRUPPO DI LAVORO

 

Monitoraggio D.Lgs. 39/2010

Il D.Lgs. 39/2010 è entrato in vigore il 7/04/2010. Tuttavia, la piena operatività di molte disposizioni contenute nel decreto legislativo è subordinata all’emanazione, da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze, del Ministero della Giustizia e della CONSOB, di appositi regolamenti attuativi. La presente pubblicazione ha la finalità di monitorare l’operatività delle disposizioni contenute nel decreto. Si vuole, quindi, offrire, in un documento organico l’aggiornamento alla data del 14 novembre 2013 dell’emanazione e pubblicazione in Gazzetta Ufficiale di detti regolamenti. Partendo dalle disposizioni del D.Lgs. 39/2010 si è proceduto annotando a margine i riferimenti normativi utili per avere una visione globale della normativa oggi in vigore, della quale si riporta di seguito una tabella di sintesi.

Per ulteriori approfondimenti si rimanda al sito ufficiale della Fondazione DCEC di Reggio Emilia http://fondazione.commercialisti.re.it/documenti/documento-monitoraggio-d-lgs-39-2010/

 

Il Bilancio delle aziende in crisi: ruolo e comportamento degli organi di controllo negli Enti non di interesse pubblico

Il presente documento si propone come uno strumento di carattere tecnico-pratico che affronti in modo diretto ed operativo alcune situazioni di crisi d’impresa ben identificate e/o di piani di risanamento aziendale (art. 67 L.F., art. 182-bis L.F., artt. 160 ss L.F.). Il punto di vista che viene proposto è quello degli organi di controllo, i quali devono dapprima valutare se esiste ancora o è ragionevole pensare che esista ancora, in un arco temporale limitato, la continuità aziendale e successivamente esprimere ed esternalizzare la propria valutazione nelle specifiche relazioni di riferimento.

Per ulteriori approfondimenti si rimanda al sito ufficiale della Fondazione DCEC di Reggio Emilia http://fondazione.commercialisti.re.it/documenti/il-bilancio-delle-aziende-in-crisi-ruolo-e-comportamento-degli-organi-di-controllo-negli-enti-non-di-interesse-pubblico/

 

FOCUS

 

Principi contabili nazionali – OIC

Nell’ambito del progetto di aggiornamento dei principi contabili nazionali, avviato a seguito delle disposizioni contenute nel decreto legislativo 139/2015 di recepimento della direttiva 34/2013/UE, sono state pubblicate in consultazione le bozze degli OIC.

Tutte le bozze in consultazione sono pubblicate sul sito della Fondazione OIC al seguente link http://www.fondazioneoic.eu/?cat=3

 

Le peculiarità delle società cooperative nella redazione dei bilanci e nella gestione aziendale

Il movimento cooperativistico rappresenta un fondamentale volano di imprenditoria sociale. I dati più recenti indicano che le società cooperative italiane che risultano attive presso le camere di commercio al 31 dicembre 2015 sono circa 80mila, in aumento dell’1,5% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente (Ufficio studi AGCI, 2016). Il Consiglio nazionale, quindi, grazie al supporto della Commissione per lo studio dei principi contabili nazionali, presieduta dal prof. Capodaglio, ha deciso di predisporre e pubblicare lo scorso 03 maggio 2016 il Quaderno “Le peculiarità delle società cooperative nella redazione dei bilanci e nella gestione aziendale”, intendendo in tal modo fornire un contributo operativo, che aspira ad essere di facile e immediato utilizzo, da parte degli iscritti e degli operatori.

Il documento è disponibile sul sito del Consiglio Nazionale al seguente link http://www.cndcec.it/Portal/Documenti/Dettaglio.aspx?id=e3c83888-3877-48e2-a6a3-fb986c3435da

 

Direttiva 2014/95/UE sulla disclosure non finanziaria e sulla diversità nella composizione degli organi di amministrazione, gestione e controllo

Il Consiglio Nazionale ha approvato il 28/06/2016 un importante documento in tema di Disclosure non finanziaria. Il lavoro, redatto dalla Commissione “Sostenibilità e Corporate Reporting”, approfondisce i vari aspetti teorici e applicativi connessi alla” sustainability disclosure” prevista dalla direttiva 2014/95/UE, distinguendo tre macro-aree in cui possono essere utilmente riferiti sul piano applicativo i contenuti della stessa direttiva (Grandi imprese, Piccole e medie imprese e Area professionale). Le pratiche aziendali riportate nelle appendici intendono fungere da esempi di applicazione delle previsioni normative.

Il documento è disponibile sul sito del Consiglio Nazionale al seguente link http://www.cndcec.it/Portal/Documenti/Dettaglio.aspx?id=63b826a8-31d5-460f-beb3-99cc5d1b58bf

 

Principi di redazione dei modelli organizzazione, gestione e controllo ex 231/2001

Nella seduta del 15-16 giugno u.s. il Consiglio Nazionale ha approvato il documento “Principi di redazione dei modelli di organizzazione, gestione e controllo ex 231/2001”, redatto dal comitato Tecnico-Scientifico “Linee guida per la redazione e l’attestazione dei modelli organizzativi ex D.Lgs 8 giugno 2001, n. 231” istituito presso la Fondazione Nazionale. L’elaborato codifica innanzi tutto i principi base per lo sviluppo di un modello organizzativo e di gestione che, in sede giudiziaria, possa essere considerato adeguato alla prevenzione della commissione di illeciti.

Il documento è disponibile sul sito del Consiglio Nazionale al seguente link http://www.cndcec.it/Portal/Documenti/Dettaglio.aspx?id=332c86ab-61b8-44b4-bec3-050ccceb5dfb

 

CONTATTI ISTITUZIONALI

 

Registro dei Revisori legali

Al fine di fornire assistenza agli Iscritti, gli Uffici della Revisione Legale ubicati presso la sede di Roma, via di Villa Ada 55, sono aperti al pubblico ogni mercoledì, dalle ore 9.30 alle ore 12.30.

Email: helpdesk.revisionelegale@tesoro.it

Si consiglia di consultare preventivamente i contenuti dell’area del sito internet della Ragioneria generale dello Stato dedicati alla revisione legale e delle relative FA

 

La presente Newsletter ha carattere puramente informativo, pertanto, si rimanda alle fonti citate per verificare la completezza e l’esattezza dei dati riportati, in particolare con riferimento a termini e scadenze che possono essere soggette a variazioni o a errori di trascrizione

Documenti Allegati